Mostre

Iniziative di Horti Lamiani Arte

 

AMOR ANIMAL

Personale di Carlos Atoche a cura di Domenico Giglio,

in collaborazione con Emanuela Robustelli.

 

La mostra propone l’ultima produzione di Atoche:
una serie d’incisioni, acquarelli ed olio su tela,
che indagano sulla spiritualità del mondo animale,
in una specie di bestiario barocco.
Carlos Atoche, classe ’84,
è conosciuto per le sue rivisitazioni
dell’arte classica e le sue figure mitologiche,
dipinte sui muri in diverse città d’Italia ed Europa.

Inaugurazione

Giovedì 27 Aprile alle ore 18:30 presso la galleria d’arte Horti Lamiani,

via Giovanni Giolitti, 163 Roma  3246963670 / hortilamianiart@gmail.com

https://www.facebook.com/events/445621565774644/

 

PASSANO ALL’ASTA I SOGNI

Dipinti di

Franco Accursio Gulino

Roma  2 – 14 ottobre 2016
lunedì – mercoledì – venerdì ore 10,30- 14,00 martedì –  giovedì  ore 10,30 -18,30 sabato e domenica su appuntamento
Via  Giolitti 163 – Roma
Tel. 344.0412149  -  373.5199751
E. Mail  hortilamiani.art@gmail.com

SENSITIVE PLACE

All’interno di questo spazio-mostra, l’osservatore muove i suoi passi in un gioco di memoria e immaginazione, attraversando i luoghi e incontrando i soggetti creati dagli artisti. Ogni profilo impresso nei quadri, comunica diversi livelli di lettura: dove esso si palesa, si scorgono riconoscibili e significativi frammenti della realtà; quando la tensione figurativa supera il disegno per rendersi volume puro o colore dato gesto artistico controllato, l’esperienza diventa emozionale e la ricerca, Sublime.

 

Horti Lamiani Bettivò e Tracciati d’Arte

presenta

ANDREA CERQUA – MARIO D’AMICO

GERARDO MARAZZI – MARCO MASCHIETTI

VERNISSAGE 13 OTTOBRE 2013 ore 18.30
DAL 13 OTTOBRE AL 10 NOVEMBRE 2013
HORTI LAMIANI BETTIVO’, Via Giolitti 163 Roma

Orari Visita Mostra:
Lunedì – Martedì – Giovedì / MATTINA ore 9.00 – 14.00 Mercoledì – Giovedì – Venerdì / POMERIGGIO ore 14.00 – 17.00 Domenica MATTINA su appuntamento – POMERIGGIO 17.00 – 20.00 (Fino alle 22.30 in occasione di Eventi Teatrali correlati alla mostra).

Info: cateventurini@libero.it – tracciatidarte@gmail.com – mobile: +39 3201662965 www.liberaaccademiahortiteatrali.com

HORTI LAMIANI BETTIVO’, Via Giolitti 163 Roma Info: cateventurini@libero.it – www.liberaaccademiahortiteatrali.com

SENSITIVE PLACE comunicato pdf

 

 

Horti Lamiani Bettivò e Tracciati d’Arte

presenta

BABILONIA

Mostra Collettiva di Arte Contemporanea

DAL 24 NOVEMBRE AL 22 DICEMBRE 2013

VERNISSAGE 24 NOVEMBRE ORE 18.30

HORTI LAMIANI BETTIVO’ Via Giolitti 163, Roma

MARTINA BENEDETTI – FABRIZIO BERTI – ERMANNO CIANI

ANDREA COLUSSO – PIERLUIGI D’ORSO – STEFANO RIPPO

GIAMPAOLO SIDOTI – LUCIA SIRCHI

Orari Visita Mostra: Lun – Mart – Giov / MATT. ore 9.00 – 14.00 Merc – Giov – Ven / POM. ore 14.00 – 17.00 Dom MATT. su appuntamento – POM.17.00 – 20.00 (Fino alle 22.30 in occasione di Eventi Teatrali correlati alla mostra). Info: cateventurini@libero.it – tracciatidarte@gmail.com mobile: +39 3201662965 – www.liberaaccademiahortiteatrali.com

IL MITO - Poiché nell’universo regnava il Caos, la dea Tiāmat e il dio Marduk si scontrarono. Marduk voleva mettere ordine nell’universo e combatté fino a quando non uccise Tiāmat. Poi Marduk prese il corpo della sua nemica Tiāmat e lo divise in due parti: con metà formò il firmamento celeste, con l’altra metà formò le fondamenta della terra. Poi Marduk assegnò a tutti gli altri dei i loro posti e creò il Sole, la Luna, le stelle. Ma gli dei gridarono: – Signore Marduk tu hai affidato un compito a ciascuno di noi ma non hai dato a nessuno l’incarico di servirci e di sostenerci mentre noi lo eseguiremo. Rispose Marduk: – Prenderò sangue di Kingu e fango e ne formerò un piccolo fantoccio. Il suo nome sarà Uomo. Uomo servirà gli dei. Allora gli dei soddisfatti gridarono: – Signore Marduk, noi vorremmo mostrarti la nostra gratitudine costruendoti un santuario sulla terra. Per due anni interi lavorarono ed al terzo anno la città di Babilonia fu innalzata…(Il Poema della Creazione (Enûma Elish) – II millennio a.C.).

LA MOSTRA - Per più di due anni gli artisti lavorarono. Diversi i linguaggi, le tecniche e le caratteristiche stilistiche di ognuno, come in un’antica e sacra Babele. La differenza non gli impedì di convivere, la mescolanza favorì il contagio. L’esperienza fu crescita. L’opportunità, condivisione. L’espressione artistica, il linguaggio scelto per creare l’immagine delle loro storie, nella Storia.

Benvenuti a Babilonia.

 

Horti Lamiani Bettivò e Tracciati d’Arte

presenta

LIBERTA’ è PARTECIPAZIONE

A Nelson Mandela

A CURA DI ROMINA GUIDELLI E DANIELE ARZENTA

MOSTRA: CERVETERI

DAL 25 GENNAIO AL 1 FEBBRAIO 2014 VERNISSAGE 25 GENNAIO, ORE 18.30 PALAZZO RUSPOLI, CERVETERI CENTRO STORICO

Catalogo della mostra” Libertà è Partecipazione. Arte Contemporanea a Cerveteri” – Gangemi Editore. Anteprima della mostra realizzata presso l’ISTITUTO PANTHEON, Roma – Dicembre 2013. ARTISTI

Afro – Giuseppe Capitano – Bruno Ceccobelli – Sandro Chia – Angelo Cricchi – Giorgio Galli – Domenico Giglio – Felice Levini – Carola Masini – Mimmo Paladino – Giulio Paolini – Donato Piccolo – Vettor Pisani – Piero Pizzi Cannella – Eliana Prosperi – Oliviero Rainaldi – Pino Reggiani – Pietro Ruffo – Shinya Sakurai – Maurizio Savini – Domenico Sorrentino – Stefano Trappolini – Franco Valente – Emilio Vedova.

Dalle parti della Terra dove vivono i fortunati della civiltà, la Libertà è un’esperienza quotidiana che viene vissuta attraverso il cannibalismo del consumo. Da queste parti, la produzione e il consumo di merci, rende liberi in un modo tutto speciale: libera dal pensiero d’immaginare un diverso futuro. Dalle parti della terra dove vivono i diseredati della civiltà, la Libertà è una speranza vissuta in mare aperto e ostile, verso una nuova dignità. Da queste parti, gli uomini sono le merci destinate al consumo. Da una parte all’altra della Terra, noi tutti navighiamo dentro un unico mare che unisce tutte le sponde conosciute e popolate: Mare- Spazio- Vita, dove la Libertà indifferentemente non è più, o non è mai stata, un’esperienza individuale e sociale. La Libertà di consumare o di farsi consumare, ha preso il posto della Libertà di agire per cambiare e trasformare civilmente il mondo. Per questo, noi ancora affermiamo che la Libertà non sta nelle cose che abbiamo, ma in quelle negate, immaginate. Sta nelle visioni e non nelle televisioni; sta nella conquista di uno spazio nuovo che spazza via tutte le abitudini, le convenzioni, il perbenismo e le omologazioni che distruggono la creatività di essere liberi. Proponiamo di vivere insieme, ciascuno con la propria visione, un nuovo posto in cui creare e comunicare l’esperienza della Libertà. Il benessere a poco prezzo ha lobotomizzato la Libertà. All’Arte il compito di soffiare un altro risveglio.

hortilamiani.art@gmail.com – rominaguidelli@hotmail.it – mobile +39 3495202413

 

Horti Lamiani Bettivò

presenta

SAGOME 547

Installazione ideata da Daniele Arzenta Promossa da Ass.Culturale HORTI LAMIANI BETTIVO’ A cura di Romina Guidelli

INFO: hortilamiani@tiscali.it
Mobile: 328 0137395

All’interno degli eventi previsti per la giornata commemorativa del BOMBARDAMENTO DI SAN LORENZO A ROMA avvenuto nel 1943, l’Associazione Culturale HORTI LAMIANI BETTIVO’ ripresenta con sentita partecipazione l’installazione ideata da Daniele Arzenta SAGOME 547, a cura di Romina Guidelli.

SAGOME 547 – Secondo il rapporto 2004 dell’Unicef, ogni giorno nel mondo muoiono 547 bambini a causa delle guerre e degli attacchi terroristici. Negli ultimi dieci anni, i bambini morti per “conseguenze dirette’’ della guerra, sempre stando alle statistiche dell’Unicef, sono stati 2 milioni. L’installazione di Arzenta coinvolge importanti artisti del circuito dell’arte contemporanea internazionale, impegnati nella realizzazione dell’immagine e della “biografia” possibile e non vissuta di 547 sagome, il numero esatto delle vite che ogni giorno, in silenzio scompaiono.

Le 547 SAGOME che rappresentano 547 simboliche vite, verranno installate nel piazzale antistante la Basilica di San Lorenzo Fuori le Mura per un solo giorno, come già accaduto nei siti precedentemente occupati dall’installazione; una performance che richiede attenzione e reclama coscienza verso quella presenza importante ed “ingombrante” , che ogni giorno e tutti i giorni, diviene impunita e dolorosa assenza. SAGOME 547 è un progetto in nome della Pace, è un modo per dire no alle guerre, suscitando la visione di una distesa di corpi che, attraverso l’operazione artistica, non svanisca fra numeri e dati statistici della cronaca internazionale.

 

 

DIMENTICARE E’ FACILE. BASTA NON RICORDARE!  Daniele Arzenta

 

SAGOME 547 è un progetto artistico nato nel 2007 con il Patrocinio dell’Unicef, sostenuto da Pricearte ed in collaborazione con la “Fondazione Don Luigi di Liegro”. DECINE DI ARTISTI DIPINGERANNO “DAL VIVO” NUOVE OPERE DEDICATE ALLA STORICA RICORRENZA.

SAGOME 547 è uno degli importanti Progetti Artistici ideati da Daniele Arzenta che per 15 anni, fino al 2012, è stato Direttore dell’Associazione Culturale Horti Lamiani Bettivò, di cui tra le manifestazioni artistiche di dichiarato impegno sociale realizzate, vogliamo ricordare: INCHIOSTRO INDELEBILE, UN MARE DI IDENTITA’ e la partecipazione all’ ISTANBUL ART FAIR 2011, nel padiglione di Arte Contemporanea “Immagine Italia”, con la stessa installazione SAGOME 547; eventi- mostre itineranti che hanno coinvolto importanti ed impegnati artisti del panorama internazionale.