LA CASA DI BERNARDA ALBA AL VASCELLO IL 10 E 11 GIUGNO

L’ Ass.Cult. Horti Lamiani di Roma mette in scena, nei giorni 10-11 giugno   2014 presso il Teatro Vascello diretto da Manuela Kustermann, uno dei testi più   affascinanti di Garcia Lorca, La Casa di Bernarda Alba.

Lo spettacolo, pensato dall’autore per una compagine di sole donne, viene qui  presentato con una piccola integrazione drammaturgica che prevede l’inserimento nel   lavoro di una sorta di coro maschile, ispirato alla tragedia greca.

La presenza maschile permette di dare al testo, datato anni ’30, una maggiore   contemporaneità ed offre uno spunto di riflessione sulle “solitudini” di uomini e   donne, ancora oggi tanto bisognosi e poco capaci di incontrarsi : la solitudine, le   paure, le vulnerabilità delle donne segregate nella casa per via di un lunghissimo lutto   da onorare, trovano corrispondenza nelle altrettante solitudini e fragilità degli uomini   che quel luogo estromette.

Il mondo delle donne e il mondo degli uomini, pur cercandosi e pur costituendo la   speranza uno dell’altro, non riescono a trovare un punto di contatto.   Le donne, vittime, nel corso dell’opera, di un’ulteriore tragedia, chiuderanno   definitivamente ‘porte e finestre’ della loro casa.   Forse un giorno, chissà, ‘da queste profonde ferite, usciranno farfalle libere’….

Lo spettacolo è il prodotto di un laboratorio teatrale integrato che ha visto lavorare  insieme 13 persone di età e percorsi molto diversi ed ha anche previsto l’inserimento di due ex detenuti della Compagnia Stabile Assai di Rebibbia, rispettivamente in   veste di attore e di collaboratore tecnico.

La regia e l’adattamento drammaturgico sono di Caterina Venturini, per molti anni   attrice e regista presso il Teatro Vascello, conduttrice di laboratori teatrali presso  istituti di detenzione e responsabile dei laboratori teatrali della Horti Lamiani, di cui è   presidente.

Comments are closed.