HORTI LAMIANI – ARTE E TEATRO

by admin | 0 comments

 

 

 

 

 

L’Associazione Culturale Horti Lamiani Bettivò

 

L’Attività dell’associazione, centro di promozione e formazione artistica, si articola in due settori: l’arte contemporanea e le arti dello spettacolo dal vivo, rispettivamente a cura di Daniele Arzenta e Caterina Venturini, anche presidente dell’associazione.

L’associazione presente a Roma da vent’anni, svolge la sua attività nello Spazio Galleria di via Giolitti 159-163 che le è stato dato, da allora, in concessione dal Comune di Roma.

Si è svolta nell’arco degli anni un’intensa attività nell’ambito dell’arte contemporanea, con mostre d’importante rilievo e una grande attenzione ai giovani artisti. Si sono altresì realizzate numerose iniziative di carattere culturale e sociale: corsi di pittura aperti a tutti, coordinati dal maestro Daniele Arzenta, allora responsabile artistico delle attività dell’associazione, conferenze di carattere artistico-letterario, performance teatrali e musicali, installazioni.

Numerosissimi sono stati gli eventi artistici realizzati nello spazio Horti Lamiani Bettivò o all’esterno di esso, in altre sedi, sempre a cura della medesima associazione. Tra questi importanti eventi, vogliamo ricordare la grande installazione SAGOME 547 (effettuata presso la Galleria del Tritone; presso la Farnesina, al Festival del Fanciullo presso il Ministero della Cultura Francese; alla Istanbul Art Fair 2011, scelta come opera rappresentativa del Padiglione Italia; a luglio 2013, nuovamente esposta per volontà del Comune di Roma in occasione della giornata commemorativa del Bombardamento di San Lorenzo); la mostra della grande tela INCHIOSTRO INDELEBILE- IMPRONTE A REGOLA D’ARTE ( l’intero incasso dalla vendita delle opere, euro 23.000, è stato interamente devoluto all’associazione delle Nonne de Plaza de Mayo in Argentina); la mostra personale dell’artista VETTOR PISANI e l’ultima importantissima mostra LIBERTA’ è PARTECIPAZIONE, realizzata presso l’Istituto Pantheon in via Ripetta, Roma (dicembre 2013) e Palazzo Ruspoli a Cerveteri (gennaio 2014),  sempre a cura di Daniele Arzenta e Romina Guidelli, responsabili a tutt’oggi della sezione Arte Contemporanea di Horti Lamiani Bettivò.

Lo spazio, inoltre, è sempre stata messo a disposizione per le prove della Compagnia Stabile Assai di Rebibbia, dove ex detenuti, detenuti in semilibertà e artisti professionisti partecipano del lavoro dei detenuti ancora reclusi.

Dal 2012, quando Caterina Venturini – attrice e regista teatrale – è diventata la nuova presidente dell’associazione, l’attenzione si è ulteriormente rivolta alla promozione di spettacoli dal vivo, con l’avvio anche di un’intensa attività di formazione teatrale rivolta alle diverse fasce di età. Una forte attenzione è stata rivolta al quartiere, con le situazioni sociali complesse che esso presenta: letture, dibattiti a tema etico-sociale, promozione corsi e attività con integrazione di ex detenuti ed extra comunitari.

L’associazione, con la sua sala di 70 mq, cerca di cogliere e valorizzare con la sua attività, la specificità del luogo che, collocato tra la zona della Stazione Termini e il vivace e multietnico quartiere Esquilino, risulta appunto essere un crocevia, un luogo di incontro di popoli, un luogo di scambio e conoscenza. Alle volte, anche luogo di povertà e di situazioni ai margini.

In questa ottica, il 29 gennaio 2012 si è tenuta la manifestazione UN MARE DI IDENTITA’, omaggio alla comunità cinese, colpita da un grave lutto. I più importanti artisti di Roma, da Pizzi Cannella a Baruchello, hanno voluto tributare il loro omaggio ed esprimere il loro cordoglio offrendo alla comunità un’enorme tela eseguita da decine di mani.

Nel 2013, la rassegna d’arte e musica Genti in cammino, 4 appuntamenti con musicisti e pittori sul tema della migrazione e dell’interetnia, che hanno visto una vasta partecipazione di pubblico.

Nel 2014, partecipatissima, la serata di letture ad opera di Leo Gullotta sul tema dell’ergastolo a vita, dove si è peraltro avuto occasione di presentare il progetto di fondazione di una compagnia teatrale postpenitenziaria che dia l’opportunità agli ex detenuti di proseguire un percorso riabilitativo e di reintegrazione sociale. Altrettanto partecipata la mostra sul tema del ‘Femminicidio’, con performance ripresa da Rai3.

Nel giugno dello stesso anno, la rappresentazione ‘La casa di Bernarda Alba’ di G.Lorca presso il teatro Vascello, a cura della Horti Lamiani, regia di Caterina Venturini, frutto di un laboratorio teatrale integrato che ha previsto la partecipazione di due ex detenuti del carcere di Rebibbia.

Nel 2015 la Horti Lamiani ha aggiunto un prezioso tassello al suo curriculum, promuovendo in collaborazione con Manuela Kustermann e il Teatro Vascello di Roma, lo spettacolo MAR DEL PLATA- Nipote n°500, regia di Caterina Venturini, protagonista una grande attrice del nostro cinema e teatro, compagna del grande Totò in tanti film: Isa Barzizza, nel ruolo di una nonna argentina alla ricerca del nipote rubato dalla dittatura di fine anni ’70. In scena anche il laboratorio teatrale permanente Horti Lamiani.

L’associazione si prepara a ripartire da settembre con i suoi corsi di formazione teatrale per adulti, corsi di scrittura creativa, corsi di pittura creativa e con una programmazione intensa di eventi d’arte, musica, teatro, letteratura, confronto sociale.

Nel 2016-‘17 è previsto il debutto presso il teatro Lo Spazio dello spettacolo RITA ATRIA, scritto da Francesco Rallo, ergastolano per associazione mafiosa, che, con l’autorizzazione della magistratura e della direzione di Rebibbia, reciterà accanto agli attori della Horti Lamiani: un progetto artistico di forte impatto sociale contro il sistema omertoso della mafia.

Sempre nell’ottica dell’associazione: diffondere la formazione artistica tra i giovani, coltivare le passioni artistiche tra gli adulti per un impiego del tempo libero di qualità, un’attenzione costantemente rivolta ai bisogni sociali e ai temi dell’attualità sociale, in un quartiere che chiede partecipazione, solidarietà, e che può regalare grande arricchimento sul piano umano e culturale.

Horti Lamiani Bettivò è convenzionata col sistema Bibliocard del Comune di Roma.

 

Horti Lamiani Teatro

Responsabile: Caterina Venturini, presidente dell’associazione

 

Horti Lamiani Arte

Responsabile: Daniele Arzenta

 

Amministrazione

Vilma Massi

 

Comunicazione (sito e pagina facebook)

Valeria Trellini

 

Via Giolitti 163, Roma

Mob. 328 0137395   349 5202143

cateventurini@libero.it

www.liberaaccademiahortiteatrali.com

 


by admin
0 comments

LABORATORI DI RECITAZIONE ESTATE 2019

Due laboratori di 30 ore, in date differenti, condotti da Caterina Venturini, entrambi dedicati ai giovani dai 16 ai 26 anni e ai candidati all’ammissione di Accademie Teatrali o Cinematografiche per l’anno 2019/2020
Primo Laboratorio
Da lunedi’ 8 luglio ore 15.00 a sabato 13 luglio ore 13.00
Secondo Laboratorio
Da lunedi’ 15 luglio ore 15.00 a sabato 20 luglio ore 13.00
ORARIO DI LAVORO ( in entrambi i laboratori):
mattina ore 9.30-13.00 (con pausa 15 min a meta’ mattina)
pomeriggio ore 15.00- 18.30 (con pausa 15 min a meta’ pomeriggio)
PROGRAMMA DI LAVORO
-Respirazione ‘naturale’ per un uso della ‘voce naturale’, dizione, articolazione
-Il suono nella parola, la parola nella frase, la frase nel testo
-Comprensione e interpretazione di un testo.
-Interpretazione individuale, interpretazione corale
-L’esperienza creativa del teatro: orientamento, consapevolezza, le emozioni, i personaggi, l’improvvisazione
-Il linguaggio non verbale – paraverbale, cinesica, prossemica e il linguaggio del corpo
-Preparazione monologhi, dialoghi, poesie per esami di ammissione alle Accademie di Recitazione
Il teatro, favorendo l’equilibrio psico-fisico, il controllo dell’emotività, la sicurezza vocale e corporea, il superamento di possibili piccoli problemi psicologici o comportamentali (timidezza, difficoltà di relazione), costituisce un prezioso contributo al raggiungimento di una maggiore integrazione sociale e serenità individuale.
E Attori si diventa non tanto per quello che tecnicamente si acquisisce, ma per quello che si impara a ‘togliere’… Siamo buoni attori e interpreti, quando ‘togliamo’ cio’ che ci impedisce di esprimere ogni emozione e ogni colore che sta dentro di noi: paura del giudizio degli altri, consuetudine a giudicare noi stessi, paura di mettere in discussione la propria immagine, pudori, timidezze, stereotipi che spesso contraddicono i nostri archetipi profondi.
INFORMAZIONI
Lo stage si svolge presso Associazione Culturale Horti Lamiani , via Giolitti 163 , Roma, 200 m da Stazione Termini (sala prove con aria condizionata).
Per chi fosse interessato, nella pausa pranzo, possibilita’ di convenzione pasto a 10 euro con Mercato Gastronomico Centrale (davanti alla sala prove) e Trattoria Il Fagianetto ( 300m dalla sala prove)
Per gli interessati residenti fuori Roma, possibilita’ di pernottamento a prezzi assai contenuti.
Costo stage, comprensivo assicurazione e tessera associativa annuale, 215,00 euro.
Caterina Venturini è la presidente dell’a.c. Horti Lamiani, dove è responsabile dei corsi teatrali di I e II livello e del Laboratorio Teatrale Permanente. Nata e cresciuta a Ferrara, si è diplomata come attrice alla Bottega Teatrale di Firenze diretta da Vittorio Gassman (1989). E’ laureata in Lingua e Letteratura Tedesca e in possesso di diploma medio di Canto conseguito presso il Conservatorio di Adria. Ha preso parte a più di settanta spettacoli in vari teatri italiani (dal Piccolo Teatro di Milano, al Teatro Argentina di Roma, Teatro Greco di Siracusa e molti altri ) e esteri (tra cui Teatro Louis Jouvet di Parigi, Festival Internazionale di Avignone, di Citta’ del Messico, di Caracas), lavorando con diversi registi, tra cui Mario Missiroli, Antonio Calenda, Walter Manfré, Walter Pagliaro, Irene Papas, Guido De Monticelli, Remondi e Caporossi, Giancarlo Nanni, Tato Russo, Paolo Emilio Landi. Ha affiancato all’attività teatrale esperienze televisive, cinematografiche e una prolungata collaborazione con RAI-Radio 2. Ha al suo attivo un’attività di
cantante solista, in particolare col trio musicale che prende il suo nome e che vede al suo fianco il chitarrista Massimo Aureli e il fisarmonicista Fabio Ceccarelli (gia’ prima fisarmonica orchestra RAI, esecutore musica di N.Piovani, Premio Oscar ,‘La vita e’ bella’), suo partner artistico da molti anni. Dal 2003, oltre che nell’attività di attrice, si è proposta come autrice e regista. Quindici le sue regie, sia nella forma del recital ( ha dedicato una particolare attenzione alla cultura e tradizione ebraiche) che dello spettacolo a più voci. Dieci i testi teatrali scritti e andati in scena al Teatro Vascello, al Teatro Stabile di Trieste, all’Estate Romana, al Teatro Parioli e altri. Ha diretto importanti rassegne di teatro, ha ideato la prima stagione di Teatro per l’Infanzia al Teatro Vascello e da anni promuove Teatro Civile, anche all’interno degli istituti scolastici. Esercita dal 1998 l’attività didattica. Nel 2008 inizia la sua collaborazione con la Compagnia Stabile Assai –Casa di Reclusione di Rebibbia, di cui è stata prima attrice, quindi regista, e diventa responsabile dei laboratori teatrali all’interno del carcere.
ASSOCIAZIONE CULTURALE HORTI LAMIANI
VIA G.GIOLITTI 163 , ROMA
MOB 328 0137395
hortilamiani.art@gmail.com
cateventurini@libero.it
www.liberaaccademiahortiteatrali.com